Kotor, nel fiordo del Montenegro

Kotor

Kotor

Kotor

Kotor

Cosa Fare


Visita d'Arte

Passeggiate nella natura

Fotografia

Come Arrivare


AUTO: Provenendo dalla capitale dovrete seguire la strada 8 verso Slovenski most per poi prendere la M2.3 in direzione di E65/E80 verso Kotor.

AUTOBUS: Raggiungibile facilmente anche con i mezzi pubblici.

Per ulteriori informazioni su come arrivare al Kotor con l'autobus: Clicca qui

Dove Mangiare


Ristoranti vicino a Kotor: Clicca Qui

Dove Dormire


Provato da Saverio: Clicca Qui

Alloggi vicino a Kotor: Clicca Qui

Kotor, Cattaro in italiano, è la prima città delle Baia di Kotor, il fiordo naturale del Montenegro. Situata sulla costa dell'Adriatico è anche tra le città più vicine al confine croato.

Probabilmente questo nome vi suonerà nuovo, il Montenegro è infatti una terra ancora piuttosto poco conosciuta, dove il turismo è adesso in espansione.

Io sono un amante delle mete insolite, soprattutto quando insolito si abbina a low cost, ma devo dire che quello che mi sono trovato davanti arrivando a Kotor (e in tutto il Montenegro) mi ha stupito oltre le aspettative.

Kotor - Baia

La cittadina, che da un lato è bagnata dal mare e dall'altro si appoggia alle Alpi Dinariche, ha una storia abbastanza burrascosa tra assediamenti, epidemie e terremoti. A lasciare il segno nella sua struttura e nei suoi costumi c'è anche Venezia, che ne ebbe il dominio, e che ha lasciato dietro di sé tracce inconfondibili come la maestosa cinta muraria oggi Patrimonio dell'UNESCO.

Kotor - Chiesa

Appena varco la porta principale della città sento di aver fatto un viaggio nel tempo e di essere arrivato nel bel mezzo del Medioevo. Le vie sono tutte lastricate in pietra e la cittadina pullula di chiese e caratteristiche piazze piene di ristorantini. Io proseguo la mia visita muovendomi casualmente tra i vicoli, mi guardo intorno, incontro la maestosa Cattedrale di San Trifone con la sua facciata gotica e le chiese ortodosse di San Luca e San Nicola prima di passeggiare lungo la cinta muraria.

Le mura salgono letteralmente lungo la parete rocciosa per circa 4 km, fino ad arrivare alla Fortezza di San Giovanni. La salita è ripida e ammetto di averla percorsa soltanto in parte, a mia discolpa posso dire che era fine giornata, avevo già camminato molto e faceva davvero caldo. In ogni caso, la vista già da metà toglie il fiato, quindi vi consiglio di fare almeno un pezzetto della camminata e godervi il panorama dall'alto.

Se invece siete pigroni non disperate, Kotor ne ha per tutti, che restiate in riva al mare, tra i vicoli del centro o sulla vetta della fortificazione non ne rimarrete delusi!


Foto di Kotor

Kotor

Kotor

Cosa Fare


Visita d'Arte

Passeggiate nella natura

Fotografia

Come Arrivare


AUTO: Provenendo dalla capitale dovrete seguire la strada 8 verso Slovenski most per poi prendere la M2.3 in direzione di E65/E80 verso Kotor.

AUTOBUS: Raggiungibile facilmente anche con i mezzi pubblici.

Per ulteriori informazioni su come arrivare al Kotor con l'autobus: Clicca qui

Dove Mangiare


Ristoranti vicino a Kotor: Clicca Qui

Dove Dormire


Provato da Saverio: Clicca Qui

Alloggi vicino a Kotor: Clicca Qui

Kotor, Cattaro in italiano, è la prima città delle Baia di Kotor, il fiordo naturale del Montenegro. Situata sulla costa dell'Adriatico è anche tra le città più vicine al confine croato.

Probabilmente questo nome vi suonerà nuovo, il Montenegro è infatti una terra ancora piuttosto poco conosciuta, dove il turismo è adesso in espansione.

Io sono un amante delle mete insolite, soprattutto quando insolito si abbina a low cost, ma devo dire che quello che mi sono trovato davanti arrivando a Kotor (e in tutto il Montenegro) mi ha stupito oltre le aspettative.

Kotor - Baia

La cittadina, che da un lato è bagnata dal mare e dall'altro si appoggia alle Alpi Dinariche, ha una storia abbastanza burrascosa tra assediamenti, epidemie e terremoti. A lasciare il segno nella sua struttura e nei suoi costumi c'è anche Venezia, che ne ebbe il dominio, e che ha lasciato dietro di sé tracce inconfondibili come la maestosa cinta muraria oggi Patrimonio dell'UNESCO.

Kotor - Chiesa

Appena varco la porta principale della città sento di aver fatto un viaggio nel tempo e di essere arrivato nel bel mezzo del Medioevo. Le vie sono tutte lastricate in pietra e la cittadina pullula di chiese e caratteristiche piazze piene di ristorantini. Io proseguo la mia visita muovendomi casualmente tra i vicoli, mi guardo intorno, incontro la maestosa Cattedrale di San Trifone con la sua facciata gotica e le chiese ortodosse di San Luca e San Nicola prima di passeggiare lungo la cinta muraria.

Le mura salgono letteralmente lungo la parete rocciosa per circa 4 km, fino ad arrivare alla Fortezza di San Giovanni. La salita è ripida e ammetto di averla percorsa soltanto in parte, a mia discolpa posso dire che era fine giornata, avevo già camminato molto e faceva davvero caldo. In ogni caso, la vista già da metà toglie il fiato, quindi vi consiglio di fare almeno un pezzetto della camminata e godervi il panorama dall'alto.

Se invece siete pigroni non disperate, Kotor ne ha per tutti, che restiate in riva al mare, tra i vicoli del centro o sulla vetta della fortificazione non ne rimarrete delusi!


Foto di Kotor

Kotor, Cattaro in italiano, è la prima città delle Baia di Kotor, il fiordo naturale del Montenegro. Situata sulla costa dell’Adriatico è anche tra le città più vicine al confine croato.

7 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca Hotel