10 (+1) cose da fare e visitare a Vilnius

Vilnius - Piazza Cattedrale

Vilnius è la bella capitale della Lituania la cui fama turistica è in forte ascesa negli ultimi anni. Questa città è spesso (come nel mio caso) il punto di partenza per un tour che attraversa tutti i Paesi Baltici, ma è anche una tra le mete predilette dai turisti da weekend. I voli verso Vilnius infatti sono frequenti e piuttosto economici, così come la vita in città, che permette anche ai viaggiatori meno spendaccioni di potersi godere una piacevole ed economica fuga dalla quotidianità.

Aspetto non meno importante rispetto alla facilità di arrivo e ai costi bassi è quello che la città ha da offrire. Vilnius è infatti ricca di storia, di importanti monumenti, di bellissime piazze ed offre svariate attività.
Ma quali sono queste numerose cose da fare e da vedere?
Ecco qua quelle che per me sono le dieci cose imperdibili durante una vacanza a Vilnius!

1. La Città Vecchia

Conosciuto per essere uno dei centri storici più grandi d’Europa, quello di Vilnius è un perfetto mix di stili che vi catturerà stradina dopo stradina. Nella città vecchia della capitale lituana infatti coesistono pacificamente edifici in stile gotico, neoclassico, barocco (che diciamo fa un po’ da padrone) e rinascimentale. I punti di interesse del centro sono numerosi e alcuni di questi ve li elencherò nei prossimi punti, ma il mio consiglio spassionato per una visita della città vecchia è quello di farsi guidare dall’istinto. Andate avanti, svoltate, finite in strade senza sfondo e godetevi tutti i meravigliosi scorci che questa città ha da offrire.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

2. Porta dell'Aurora

Adesso però facciamo un passo indietro, fino all’ingresso in città. Potrete entrate nel centro storico attraverso numerosi punti, ma solo uno fa parte delle antiche fortificazioni di Vilnius: la Porta dell’Aurora. Questa porta dal colore pastello fu costruita nei primi anni del 1500 ed è oggi l’unica rimanente delle nove porte della città. Le altre otto furono demolite alla fine del XVIII secolo per ordine del governo. Insomma, direi che vale la pena passarci sotto.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

3. La Cattedrale

Dedicata ai Santi Stanislao e Ladislao, la cattedrale edificata secondo lo stile neoclassico è il cuore pulsante della città di Vilnius. L’edificio si trova in una enorme piazza e vi colpirà per la sua maestosità e per il suo colore candido che sembra illuminare tutta la zona. Particolarità di questa cattedrale è il campanile che si trova staccato a pochi metri da essa. Inoltre, proprio tra il campanile e la facciata d’ingresso della cattedrale potrete trovare Stebuklas, la piastrella miracolosa che si dice esaudisca i desideri (clicca QUI per conoscere la sua storia).

Quando: tutti i giorni dalle 7:00 alle 19:00.
Quanto: gratuito.

4. Torre Gediminas

O quel che resta del castello di Vilnius.
Il castello fu edificato nel IX secolo e devastato da un incendio nel 1400. Quello che ne restò venne anch’esso un po’ alla volta distrutto fino a non farne restare quasi niente. Oggi è possibile visitare la ricostruzione (avvenuta negli anni ’60) della Torre Gediminas, che ospita un museo ed offre un panorama mozzafiato. La torre è raggiungibile a piedi o attraverso una funicolare che parte dal cortile del Museo Nazionale (sottostante alla torre) al costo di 2€ a/r.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (da Ottobre a Marzo fino alle 17:00).
Quanto: 5,00 €.

5. La Collina delle Tre Croci

Le maestose croci bianche fanno da sfondo alla piazza della cattedrale, motivo per cui vi sarà difficile non notarle. La storia di questo monumento, legato ad una leggenda popolare (che vi ho raccontato QUI), è lunga e difficoltosa. Sono state infatti distrutte e ricostruite più volte, fino al 1989, quando la versione che vediamo ancora oggi fu eretta. Dalla collina che le ospita e che si trova all’interno del Parco Kalnų, oltre alle croci, potrete godere anche di un bel panorama sul centro storico.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

6. La Chiesa di Sant'Anna

The things we do for love, cantavano i 10cc.
Ecco, il Re Vytautas per amore fece costruire per sua moglie questa imponente e bellissima chiesa. Edificata per la prima volta nel 1394 in stile gotico e con fiammeggianti mattoni rossi, questa è forse la chiesa più bella di Vilnius. Così bella che si dice Napoleone volesse portarsela in Francia. Menomale che non ci è riuscito, direi che sta meglio a Vilnius che accanto alla Torre Eiffel.

Quando: dalle 11:00 alle 18:00 da Maggio a Settembre (il resto dell’anno dalle 17:00 alle 19:00 – potrebbero esserci variazioni).
Quanto: gratuito.

7. Quartiere di Uzupis

Caratteristico e colorato, Uzupis più che un quartiere è una città dentro la città. Sì, perché la Repubblica di Uzupis ha un suo inno, una sua costituzione ed anche un suo presidente, insomma, fa vita a conto proprio. Un tempo questo era considerato un quartiere un po’ malfamato ed abbandonato, fino a quando artisti ed intellettuali non sono arrivati a ripopolarlo rendendolo oggi uno dei quartieri più modaioli e costosi di tutta Vilnius. Una tappa da non perdere insomma.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

8. Quartiere Ebraico

Sempre di quartiere parliamo, anche se appena appena diverso. Vilnius, prima dell’arrivo dei nazisti, era soprannominata la Gerusalemme della Lituania, proprio per la grande presenza di ebrei che ci vivevano pacificamente. Con l’avvento del nazismo vennero però costruiti due ghetti: uno grande e uno piccolo. La zona venne riqualificata solo dopo l’indipendenza del Paese, ma degli edifici originali resta ben poco oltre la Sinagoga Corale.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

9. Museo del Genocidio

Un viaggio nel viaggio, inevitabilmente forte. Questo museo si trova nella vecchia sede del KGB ed è stato allestito come un percorso attraverso quelli che sono stati gli anni più difficili e dolorosi del popolo lituano. Il tutto raccontato attraverso foto, documenti, video, uniformi ed altri oggetti d’epoca, fino ad arrivare ai sotterranei dove si trovano prigioni, luoghi di tortura ed esecuzione.

Quando: da mercoledì a sabato dalle 10:00 alle 18:00 – domenica dalle 10:00 alle 17:00.
Quanto: 4,00 €.

10. Un Giro in Mongolfiera

A Vilnius di cose da vedere ce ne sono molte, ma se avete tempo e non temete l’altezza provate l’esperienza di vederle volandoci sopra con una mongolfiera. Se vi trovate in città vi sarà difficile non notare che specialmente verso l’ora del tramonto il cielo si riempie di palloni colorati che volano sulle vostre teste. Se proprio non riuscite a farci un giro sopra mi raccomando, guardatele da sotto perché lo spettacolo che creano è veramente suggestivo.

Quando: dipende dalle "compagnie".
Quanto: dipende dalle "compagnie".

+1. Trakai

Ad appena 30 km ad ovest di Vilnius sorge Trakai, cittadina verdeggiante sulle sponde del lago Galve che un tempo fu capitale. Se avete una giornata in più in zona vi consiglio assolutamente di visitare questo centro, raggiungibile facilmente sia in auto che con i mezzi. Qui potrete visitare il castello sull’acqua, gustare i tipicissimi kibinai (per saperne di più su questi panzerotti e su cosa mangiare in Lituania clicca QUI) e godervi un piacevole giro in barca.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

Da Saverio per Vilnius è tutto amici, adesso andate, visitate e degustate!


LEGGI ANCHE:

Cosa mangiare a Vilnius
Vilnius: elegante capitale della Lituania
Le Tre Croci di Vilnius
Stebuklas: la piastrella miracolosa

Vilnius è la bella capitale della Lituania la cui fama turistica è in forte ascesa negli ultimi anni. Questa città è spesso (come nel mio caso) il punto di partenza per un tour che attraversa tutti i Paesi Baltici, ma è anche una tra le mete predilette dai turisti da weekend. I voli verso Vilnius infatti sono frequenti e piuttosto economici, così come la vita in città, che permette anche ai viaggiatori meno spendaccioni di potersi godere una piacevole ed economica fuga dalla quotidianità.

Aspetto non meno importante rispetto alla facilità di arrivo e ai costi bassi è quello che la città ha da offrire. Vilnius è infatti ricca di storia, di importanti monumenti, di bellissime piazze ed offre svariate attività.
Ma quali sono queste numerose cose da fare e da vedere?
Ecco qua quelle che per me sono le dieci cose imperdibili durante una vacanza a Vilnius!

1. La Città Vecchia

Conosciuto per essere uno dei centri storici più grandi d’Europa, quello di Vilnius è un perfetto mix di stili che vi catturerà stradina dopo stradina. Nella città vecchia della capitale lituana infatti coesistono pacificamente edifici in stile gotico, neoclassico, barocco (che diciamo fa un po’ da padrone) e rinascimentale. I punti di interesse del centro sono numerosi e alcuni di questi ve li elencherò nei prossimi punti, ma il mio consiglio spassionato per una visita della città vecchia è quello di farsi guidare dall’istinto. Andate avanti, svoltate, finite in strade senza sfondo e godetevi tutti i meravigliosi scorci che questa città ha da offrire.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

2. Porta dell'Aurora

Adesso però facciamo un passo indietro, fino all’ingresso in città. Potrete entrate nel centro storico attraverso numerosi punti, ma solo uno fa parte delle antiche fortificazioni di Vilnius: la Porta dell’Aurora. Questa porta dal colore pastello fu costruita nei primi anni del 1500 ed è oggi l’unica rimanente delle nove porte della città. Le altre otto furono demolite alla fine del XVIII secolo per ordine del governo. Insomma, direi che vale la pena passarci sotto.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

3. La Cattedrale

Dedicata ai Santi Stanislao e Ladislao, la cattedrale edificata secondo lo stile neoclassico è il cuore pulsante della città di Vilnius. L’edificio si trova in una enorme piazza e vi colpirà per la sua maestosità e per il suo colore candido che sembra illuminare tutta la zona. Particolarità di questa cattedrale è il campanile che si trova staccato a pochi metri da essa. Inoltre, proprio tra il campanile e la facciata d’ingresso della cattedrale potrete trovare Stebuklas, la piastrella miracolosa che si dice esaudisca i desideri (clicca QUI per conoscere la sua storia).

Quando: tutti i giorni dalle 7:00 alle 19:00.
Quanto: gratuito.

4. Torre Gediminas

O quel che resta del castello di Vilnius.
Il castello fu edificato nel IX secolo e devastato da un incendio nel 1400. Quello che ne restò venne anch’esso un po’ alla volta distrutto fino a non farne restare quasi niente. Oggi è possibile visitare la ricostruzione (avvenuta negli anni ’60) della Torre Gediminas, che ospita un museo ed offre un panorama mozzafiato. La torre è raggiungibile a piedi o attraverso una funicolare che parte dal cortile del Museo Nazionale (sottostante alla torre) al costo di 2€ a/r.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (da Ottobre a Marzo fino alle 17:00).
Quanto: 5,00 €.

5. La Collina delle Tre Croci

Le maestose croci bianche fanno da sfondo alla piazza della cattedrale, motivo per cui vi sarà difficile non notarle. La storia di questo monumento, legato ad una leggenda popolare (che vi ho raccontato QUI), è lunga e difficoltosa. Sono state infatti distrutte e ricostruite più volte, fino al 1989, quando la versione che vediamo ancora oggi fu eretta. Dalla collina che le ospita e che si trova all’interno del Parco Kalnų, oltre alle croci, potrete godere anche di un bel panorama sul centro storico.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

6. La Chiesa di Sant'Anna

The things we do for love, cantavano i 10cc.
Ecco, il Re Vytautas per amore fece costruire per sua moglie questa imponente e bellissima chiesa. Edificata per la prima volta nel 1394 in stile gotico e con fiammeggianti mattoni rossi, questa è forse la chiesa più bella di Vilnius. Così bella che si dice Napoleone volesse portarsela in Francia. Menomale che non ci è riuscito, direi che sta meglio a Vilnius che accanto alla Torre Eiffel.

Quando: dalle 11:00 alle 18:00 da Maggio a Settembre (il resto dell’anno dalle 17:00 alle 19:00 – potrebbero esserci variazioni).
Quanto: gratuito.

7. Quartiere di Uzupis

Caratteristico e colorato, Uzupis più che un quartiere è una città dentro la città. Sì, perché la Repubblica di Uzupis ha un suo inno, una sua costituzione ed anche un suo presidente, insomma, fa vita a conto proprio. Un tempo questo era considerato un quartiere un po’ malfamato ed abbandonato, fino a quando artisti ed intellettuali non sono arrivati a ripopolarlo rendendolo oggi uno dei quartieri più modaioli e costosi di tutta Vilnius. Una tappa da non perdere insomma.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

8. Quartiere Ebraico

Sempre di quartiere parliamo, anche se appena appena diverso. Vilnius, prima dell’arrivo dei nazisti, era soprannominata la Gerusalemme della Lituania, proprio per la grande presenza di ebrei che ci vivevano pacificamente. Con l’avvento del nazismo vennero però costruiti due ghetti: uno grande e uno piccolo. La zona venne riqualificata solo dopo l’indipendenza del Paese, ma degli edifici originali resta ben poco oltre la Sinagoga Corale.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

9. Museo del Genocidio

Un viaggio nel viaggio, inevitabilmente forte. Questo museo si trova nella vecchia sede del KGB ed è stato allestito come un percorso attraverso quelli che sono stati gli anni più difficili e dolorosi del popolo lituano. Il tutto raccontato attraverso foto, documenti, video, uniformi ed altri oggetti d’epoca, fino ad arrivare ai sotterranei dove si trovano prigioni, luoghi di tortura ed esecuzione.

Quando: da mercoledì a sabato dalle 10:00 alle 18:00 – domenica dalle 10:00 alle 17:00.
Quanto: 4,00 €.

10. Un Giro in Mongolfiera

A Vilnius di cose da vedere ce ne sono molte, ma se avete tempo e non temete l’altezza provate l’esperienza di vederle volandoci sopra con una mongolfiera. Se vi trovate in città vi sarà difficile non notare che specialmente verso l’ora del tramonto il cielo si riempie di palloni colorati che volano sulle vostre teste. Se proprio non riuscite a farci un giro sopra mi raccomando, guardatele da sotto perché lo spettacolo che creano è veramente suggestivo.

Quando: dipende dalle "compagnie".
Quanto: dipende dalle "compagnie".

+1. Trakai

Ad appena 30 km ad ovest di Vilnius sorge Trakai, cittadina verdeggiante sulle sponde del lago Galve che un tempo fu capitale. Se avete una giornata in più in zona vi consiglio assolutamente di visitare questo centro, raggiungibile facilmente sia in auto che con i mezzi. Qui potrete visitare il castello sull’acqua, gustare i tipicissimi kibinai (per saperne di più su questi panzerotti e su cosa mangiare in Lituania clicca QUI) e godervi un piacevole giro in barca.

Quando: tutti i giorni.
Quanto: gratuito.

Da Saverio per Vilnius è tutto amici, adesso andate, visitate e degustate!


LEGGI ANCHE:

Cosa mangiare a Vilnius
Vilnius: elegante capitale della Lituania
Le Tre Croci di Vilnius
Stebuklas: la piastrella miracolosa

Vilnius è la bella capitale della Lituania la cui fama turistica è in forte ascesa negli ultimi anni. Questa città è spesso (come nel mio caso) il punto di partenza per un tour che attraversa tutti i Paesi Baltici, ma è anche una tra le mete predilette dai turisti da weekend. I voli verso Vilnius infatti sono frequenti e piuttosto economici, così come la vita in città, che permette anche ai viaggiatori meno spendaccioni di potersi godere una piacevole ed economica fuga dalla quotidianità.
45 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca Hotel