10 (+1) cose da fare e visitare a Lanzarote

El Golfo

El Golfo

Lanzarote, la più ad est tra le isole che fanno parte dell’arcipelago delle isole Canarie, è a mio avviso anche la più bella. Qui a far da padrona è la natura. La bellezza dell’isola è data dalle meravigliose spiagge, dalle numerose eruzioni che hanno reso il paesaggio quasi lunare, dai vulcani, dai cactus e dall’enorme estro di César Manrique, artista spagnolo che ha contribuito in larga parte a modellare quelli che sono i contorni artificiali dell’isola.

Quindi, cosa dobbiamo vedere durante un viaggio sull’isola?
Racchiudere le cose da visitare e da fare a Lanzarote, percorribile per intero in un paio d’ore, in una lista di 10 attrazioni non è facile, ma da qualche parte bisogna pur iniziare.
Ecco allora per voi la mia personale lista di cose da non perdere durante una vacanza a Lanzarote!

1. Jardin de Cactus

Passando qualche giorno a Lanzarote, di cactus ne vedrete veramente tantissimi. Non accontentatevi però di quelli in cui vi imbattete per strada o in qualche giardinetto, andate a visitare il bellissimo Jardin de Cactus. Il giardino, che ospita oltre 1400 specie di cactus provenienti da tutto il mondo ed è stata l’ultima opera del suddetto Cesar Manrique, non è solo interessante ma anche particolarmente bello da vedere. Situato in una specie di anfiteatro roccioso, il giardino è dominato dall’alto da un bellissimo mulino a vento. Inoltre, potrete anche bere uno spinoso caffè con vista cactus sedendovi nel bar panoramico.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:45
Quanto: 5,80 €

2. Jameos del Aqua

Il Jameos del Aqua è una grotta sotterranea che fa parte di un ben più lungo tunnel (circa 6 chilometri), scavata dall’eruzione del vulcano de la Corona più di tremila anni fa. Il laghetto sotterraneo, oltre ad essere particolarmente bello per la sua colorazione turchese, è famoso per i suoi unici inquilini: i granchi albini ciechi. All’interno potrete anche fare una sosta nel ristorante panoramico prima di proseguire verso la grande piscina e concludere la visita al museo “Casa de los Volcanes” (compreso nel prezzo).

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:30 – sabato fino alle 24:00
Quanto: 9,50 €

3. La Cueva de los Verdes

La Cueva fa parte del medesimo tunnel sotterraneo scavato dall’eruzione vulcanica di cui vi parlavo sopra. In questo caso il percorso visitabile è lungo circa 1 chilometro e, grazie anche alle suggestive illuminazioni, vi lascerà senza fiato. Alla fine del tunnel, quando penserete che più bello di così non può diventare, vi aspetta un auditorium con oltre mille posti a sedere che ospita ogni anno alcuni eventi speciali.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (18:00 nel periodo invernale)
Quanto: 9,50 €

Mirador del Rio

4. Mirador del Rio

4. Mirador del Rio

Probabilmente uno dei miei luoghi preferiti sull’isola. Siamo all’estremo nord, dove a circa 500 metri di altezza si trova il punto panoramico per eccellenza di Lanzarote. L’edificio, altra opera di Manrique, rappresenta benissimo la sua intenzione di fondere arte e natura. Il bar panoramico e le terrazze sono spettacolari ed ogni elemento si amalgama perfettamente con quelli circostanti. La struttura è composta da due terrazze, una all’altezza del bar ed una seconda superiore dalla quale la vista sull’isola de La Graciosa è davvero da togliere il fiato.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:45 (17:45 nel periodo invernale)
Quanto: 4,75 €

5. Casa-Museo di Cesar Manrique

Dopo aver visitato tante delle sue creazioni è d’obbligo una tappa alla casa di colui che ha contribuito allo sviluppo culturale, artistico e turistico dell’isola di Lanzarote. La casa di Manrique, nato ad Arrecife, si trova nel villaggio di Haria, famoso per i suoi palmeti. All’interno dell’edificio, tra le altre stanze, potrete visitare il suo laboratorio, conservato appositamente come fu lasciato da lui, così da rendere il tutto ancora più suggestivo.

Quando: tutti i giorni dalle 10:30 alle 18:00
Quanto: 10,00 €

6. Mercato di Teguise

Scendiamo verso il centro dell’isola, in quella che un tempo era la sua capitale. Teguise è bella ogni giorno della settimana, ma la domenica mattina lo è ancora di più. Nell’ultimo giorno della settimana si tiene infatti il mercato cittadino, le bancarelle sono in ogni dove e offrono prodotti di ogni tipo: alimentari, artigianali, di abbigliamento e via dicendo.
Insomma, il luogo perfetto per i locali ma anche per i turisti un po’ curiosi di vivere davvero un assaggio della vita di Lanzarote.

Quando: ogni domenica mattina
Quanto: gratis

7. Playa Papagayo

Ci sono numerose bellissime spiagge nella parte sud di Lanzarote e menzionarle tutte in una lista di dieci cose sarebbe impossibile. Quindi la mia scelta dovrà ricadere su quella che tra tutte è, a mio avviso, l’imperdibile: playa de Papagayo.
Questa spiaggia si trova all’interno della Riserva Naturale Los Ajaches ed è raggiungibile percorrendo qualche chilometro di strada sterrata e pagando 3,00 € di pedaggio. La spiaggia è incorniciata da una mezzaluna rocciosa dai colori lavici in contrasto con il bellissimo mare cristallino. Non è facilissimo trovare un posto tranquillo per stendersi in estate ma ne vale la pena.

Quando: tutti i giorni
Quanto: 3,00 €

Parco Nazionale Timanfaya

8. Parco Nazionale Timanfaya

8. Parco Nazionale Timanfaya

Lasciamo per un attimo le spiagge e le acque cristalline per spostarci verso il parco dall’aria lunare. Il Parco Nazionale Timanfaya è stato teatro di alcune delle più grandi eruzioni vulcaniche di Lanzarote che hanno contribuito a cambiarne radicalmente l’aspetto. Quello che ci troviamo davanti entrando è infatti un paesaggio che sembra di un altro pianeta.. la luna? Marte? O sarà qualcosa che ancora non conosciamo?
La visita è possibile solo con bus turistici che vi porteranno a spasso tra dune e vulcani raccontandovi la storia dell’isola, un’attrazione che non potete assolutamente perdere!

Quando: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:45 (17:45 nel periodo invernale)
Quanto: 9,00 €

9. El Golfo (Lago Verde)

Non siamo lontanissimi dal parco del Timanfaya, motivo per cui vi consiglio di visitare i due luoghi nella stessa giornata come ho fatto io. El Golfo non è altro che una piccola laguna, abbracciata per metà dalle rocce vulcaniche. Qui l’acqua del mare si è raccolta a riva, andando a formare un laghetto proprio ai piedi della roccia scura che, grazie ai suoi minerali vulcanici, ne ha modificato il colore rendendola verde. La zona è osservabile dall’alto ma non è possibile scendere sulla spiaggia in quando si tratta di una riserva protetta. Questo non toglie niente alla visita, anzi, vi permetterà di godervela meglio in tutto il suo solitario splendore.

Quando: tutti i giorni
Quanto: gratis

10. Saline de Janubio

Sempre nella stessa zona potrete visitare anche le saline di Lanzarote. Le Saline de Janubio non sono le uniche presenti sull’isola, ma sono le più grandi dell’arcipelago canario e sono ancora funzionanti. I colori degli appezzamenti salati che formano una scacchiera immaginaria sono bellissimi e potrete anche ammirarli dall’alto raggiungendo il belvedere.

Quando: tutti i giorni
Quanto: gratis

+1. Fare (o guardare) surf

Più che un’attrazione questa è un’attività. Il surf è molto gettonato a Lanzarote e ci sono numerose spiagge, come Playa Famara, in cui le onde sono particolarmente a favore. Se siete surfisti provetti non vi starò dicendo niente di nuovo, se invece siete turisti curiosi che amano le nuove esperienze allora forse è l’occasione giusta per provare. Nel terzo caso, quello in cui vi sentite troppo goffi e non avvezzi al surf, guardarlo sarà comunque divertente.

Quando: tutti i giorni (col vento a favore)
Quanto: gratis (costi di attrezzature e lezioni a parte)

Da Saverio per Lanzarote è tutto amici, adesso tocca a voi andare a scoprire le meraviglie di quest’isola!

Lanzarote, la più ad est tra le isole che fanno parte dell’arcipelago delle isole Canarie, è a mio avviso anche la più bella. Qui a far da padrona è la natura. La bellezza dell’isola è data dalle meravigliose spiagge, dalle numerose eruzioni che hanno reso il paesaggio quasi lunare, dai vulcani, dai cactus e dall’enorme estro di César Manrique, artista spagnolo che ha contribuito in larga parte a modellare quelli che sono i contorni artificiali dell’isola.

Quindi, cosa dobbiamo vedere durante un viaggio sull’isola?
Racchiudere le cose da visitare e da fare a Lanzarote, percorribile per intero in un paio d’ore, in una lista di 10 attrazioni non è facile, ma da qualche parte bisogna pur iniziare.
Ecco allora per voi la mia personale lista di cose da non perdere durante una vacanza a Lanzarote!

1. Jardin de Cactus

Passando qualche giorno a Lanzarote, di cactus ne vedrete veramente tantissimi. Non accontentatevi però di quelli in cui vi imbattete per strada o in qualche giardinetto, andate a visitare il bellissimo Jardin de Cactus. Il giardino, che ospita oltre 1400 specie di cactus provenienti da tutto il mondo ed è stata l’ultima opera del suddetto Cesar Manrique, non è solo interessante ma anche particolarmente bello da vedere. Situato in una specie di anfiteatro roccioso, il giardino è dominato dall’alto da un bellissimo mulino a vento. Inoltre, potrete anche bere uno spinoso caffè con vista cactus sedendovi nel bar panoramico.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:45
Quanto: 5,80 €

Jardin de Cactus - Interno

1. Jardin de Cactus

2. Jameos del Aqua

Il Jameos del Aqua è una grotta sotterranea che fa parte di un ben più lungo tunnel (circa 6 chilometri), scavata dall’eruzione del vulcano de la Corona più di tremila anni fa. Il laghetto sotterraneo, oltre ad essere particolarmente bello per la sua colorazione turchese, è famoso per i suoi unici inquilini: i granchi albini ciechi. All’interno potrete anche fare una sosta nel ristorante panoramico prima di proseguire verso la grande piscina e concludere la visita al museo “Casa de los Volcanes” (compreso nel prezzo).

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:30 – sabato fino alle 24:00
Quanto: 9,50 €

3. La Cueva de los Verdes

La Cueva fa parte del medesimo tunnel sotterraneo scavato dall’eruzione vulcanica di cui vi parlavo sopra. In questo caso il percorso visitabile è lungo circa 1 chilometro e, grazie anche alle suggestive illuminazioni, vi lascerà senza fiato. Alla fine del tunnel, quando penserete che più bello di così non può diventare, vi aspetta un auditorium con oltre mille posti a sedere che ospita ogni anno alcuni eventi speciali.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (18:00 nel periodo invernale)
Quanto: 9,50 €

4. Mirador del Rio

Probabilmente uno dei miei luoghi preferiti sull’isola. Siamo all’estremo nord, dove a circa 500 metri di altezza si trova il punto panoramico per eccellenza di Lanzarote. L’edificio, altra opera di Manrique, rappresenta benissimo la sua intenzione di fondere arte e natura. Il bar panoramico e le terrazze sono spettacolari ed ogni elemento si amalgama perfettamente con quelli circostanti. La struttura è composta da due terrazze, una all’altezza del bar ed una seconda superiore dalla quale la vista sull’isola de La Graciosa è davvero da togliere il fiato.

Quando: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:45 (17:45 nel periodo invernale)
Quanto: 4,75 €

Mirador del Rio

4. Mirador del Rio

5. Casa-Museo di Cesar Manrique

Dopo aver visitato tante delle sue creazioni è d’obbligo una tappa alla casa di colui che ha contribuito allo sviluppo culturale, artistico e turistico dell’isola di Lanzarote. La casa di Manrique, nato ad Arrecife, si trova nel villaggio di Haria, famoso per i suoi palmeti. All’interno dell’edificio, tra le altre stanze, potrete visitare il suo laboratorio, conservato appositamente come fu lasciato da lui, così da rendere il tutto ancora più suggestivo.

Quando: tutti i giorni dalle 10:30 alle 18:00
Quanto: 10,00 €

6. Mercato di Teguise

Scendiamo verso il centro dell’isola, in quella che un tempo era la sua capitale. Teguise è bella ogni giorno della settimana, ma la domenica mattina lo è ancora di più. Nell’ultimo giorno della settimana si tiene infatti il mercato cittadino, le bancarelle sono in ogni dove e offrono prodotti di ogni tipo: alimentari, artigianali, di abbigliamento e via dicendo.
Insomma, il luogo perfetto per i locali ma anche per i turisti un po’ curiosi di vivere davvero un assaggio della vita di Lanzarote.

Quando: ogni domenica mattina
Quanto: gratis

7. Playa Papagayo

Ci sono numerose bellissime spiagge nella parte sud di Lanzarote e menzionarle tutte in una lista di dieci cose sarebbe impossibile. Quindi la mia scelta dovrà ricadere su quella che tra tutte è, a mio avviso, l’imperdibile: playa de Papagayo.
Questa spiaggia si trova all’interno della Riserva Naturale Los Ajaches ed è raggiungibile percorrendo qualche chilometro di strada sterrata e pagando 3,00 € di pedaggio. La spiaggia è incorniciata da una mezzaluna rocciosa dai colori lavici in contrasto con il bellissimo mare cristallino. Non è facilissimo trovare un posto tranquillo per stendersi in estate ma ne vale la pena.

Quando: tutti i giorni
Quanto: 3,00 €

8. Parco Nazionale Timanfaya

Lasciamo per un attimo le spiagge e le acque cristalline per spostarci verso il parco dall’aria lunare. Il Parco Nazionale Timanfaya è stato teatro di alcune delle più grandi eruzioni vulcaniche di Lanzarote che hanno contribuito a cambiarne radicalmente l’aspetto. Quello che ci troviamo davanti entrando è infatti un paesaggio che sembra di un altro pianeta.. la luna? Marte? O sarà qualcosa che ancora non conosciamo?
La visita è possibile solo con bus turistici che vi porteranno a spasso tra dune e vulcani raccontandovi la storia dell’isola, un’attrazione che non potete assolutamente perdere!

Quando: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:45 (17:45 nel periodo invernale)
Quanto: 9,00 €

Parco Nazionale Timanfaya

8. Parco Nazionale Timanfaya

9. El Golfo (Lago Verde)

Non siamo lontanissimi dal parco del Timanfaya, motivo per cui vi consiglio di visitare i due luoghi nella stessa giornata come ho fatto io. El Golfo non è altro che una piccola laguna, abbracciata per metà dalle rocce vulcaniche. Qui l’acqua del mare si è raccolta a riva, andando a formare un laghetto proprio ai piedi della roccia scura che, grazie ai suoi minerali vulcanici, ne ha modificato il colore rendendola verde. La zona è osservabile dall’alto ma non è possibile scendere sulla spiaggia in quando si tratta di una riserva protetta. Questo non toglie niente alla visita, anzi, vi permetterà di godervela meglio in tutto il suo solitario splendore.

Quando: tutti i giorni
Quanto: gratis

10. Saline de Janubio

Sempre nella stessa zona potrete visitare anche le saline di Lanzarote. Le Saline de Janubio non sono le uniche presenti sull’isola, ma sono le più grandi dell’arcipelago canario e sono ancora funzionanti. I colori degli appezzamenti salati che formano una scacchiera immaginaria sono bellissimi e potrete anche ammirarli dall’alto raggiungendo il belvedere.

Quando: tutti i giorni
Quanto: gratis

+1. Fare (o guardare) surf

Più che un’attrazione questa è un’attività. Il surf è molto gettonato a Lanzarote e ci sono numerose spiagge, come Playa Famara, in cui le onde sono particolarmente a favore. Se siete surfisti provetti non vi starò dicendo niente di nuovo, se invece siete turisti curiosi che amano le nuove esperienze allora forse è l’occasione giusta per provare. Nel terzo caso, quello in cui vi sentite troppo goffi e non avvezzi al surf, guardarlo sarà comunque divertente.

Quando: tutti i giorni (col vento a favore)
Quanto: gratis (costi di attrezzature e lezioni a parte)

Da Saverio per Lanzarote è tutto amici, adesso tocca a voi andare a scoprire le meraviglie di quest’isola!

Lanzarote, la più ad est tra le isole che fanno parte dell’arcipelago delle isole Canarie, è a mio avviso anche la più bella. Qui a far da padrona è la natura. La bellezza dell’isola è data dalle meravigliose spiagge, dalle numerose eruzioni che hanno reso il paesaggio quasi lunare, dai vulcani, dai cactus e dall’enorme estro di César Manrique, artista spagnolo che ha contribuito in larga parte a modellare quelli che sono i contorni artificiali dell’isola.
45 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.